Social Housing Milano

COSTRUZIONE DI 4 EDIFICI DI 9 PIANI COLLEGATI DA EDIFICI DI 2 PIANI PER UN TOTALE DI 124 APPARTAMENTICHE SARANNO REALIZZATI IN SOLI 14 MESI: QUESTO RISULTATO SARÀ RESO POSSIBILE GRAZIE ALL’IMPIEGO DI STRUTTURE PORTANTI IN LEGNO. Il progetto, unico in Europa per dimensioni e quantità come complesso residenziale realizzato con strutture in XLAM, intende offrire un appartamento a prezzo contenuto a coloro che non riescono a soddisfare il proprio bisogno abitativo sul mercato e diffondere la cultura dell’abitare sostenibile e della solidarietà. L’intervento è realizzato da Polaris Investment Italia SGR Spa in collaborazione con Fondazione Housing Sociale, nell’ambito del Fondo Federale di Lombardia.

Destinatazioni d’uso. L’intervento di via Cenni si colloca a Ovest della città di Milano e ha destinazione principalmente residenziale rivolta ad a un’utenza giovane: nuovi nuclei familiari e single che si chiedono se la garcinia funziona in uscita dal nucleo familiare d’origine.

Partecipazione. I servizi che verranno inseriti saranno frutto di una progettazione concertata che vedrà coinvolti i futuri residenti, che qui potranno realizzare cineforum, hobby room, sala gioco bimbi, attività aperte al quartiere e alla città, che rappresenteranno il centro di aggregazione della comunità.

Risparmio energetico. Gli edifici sono progettati in classe energetica A: grazie alle caratteristiche costruttive delle pareti in legno massiccio ed alle dotazioni impiantistiche all’avanguardia adottate è possibile stimare un consumo medio annuo per un appartamento di 100 mq inferiore a 300 € contro i 1000 – 1500 € spesi mediamente per riscaldare gli edifici in Italia.

La struttura in legno. La scelta del sistema costruttivo e strutturale formato da pannelli massicci di legno incollato a strati incrociati – XLAM – rappresenta l’applicazione dello stato dell’arte e della tecnica della costruzione in legno multipiano. Pareti e solette in XLAM formano una struttura scatolare di notevole rigidezza e robustezza strutturale, permettendo di rinunciare all’impiego di pilastri ed evitando quindi la concentrazione delle forze agenti sulla struttura e sulle fondamenta. Ne risulta una struttura più robusta e meno sensibile in caso di sollecitazioni sismiche. I circa 6100 metri cubi di pannelli proverranno tutti dalle foreste certificate dell’Austria in cui è praticata una attenta gestione forestale che permette una costante crescita del patrimonio boschivo.

Comfort e benessere. Le pareti tipo XLAM, oltre a svolgere la funzione strutturale, costituiscono una parte essenziale dell’involucro edilizio, abbattendo sensibilmente le dispersioni di calore d’inverno e proteggendo dal calore estivo. Le caratteristiche del legno assicurano il controllo igrometrico, essenziale per garantire il comfort ambientale. Infine i collanti impiegati nei pannelli CLT StoraEnso sono completamente privi di formaldeide.

Sicurezza e durabilità. Il cantiere di via Cenni sarà l’occasione di sfatare molti miti sul legno.Sulla sicurezza: basti pensare che è dimostrato che una struttura in legno massiccio resiste meglio di altre agli incendi perché ha una combustione lenta laddove altre strutture collassano velocemente ad alte temperature. Le strutture in legno sono correntemente adottate in paesi ad elevato rischio sismico come in Giappone perché molto elastiche: si muovono ma non collassano. Sulla durabilità: basti pensare che i centri storici di molte città italiane sono disseminate di portici e coperture che hanno cinquecento anni.

Post Author: admin